Pensieri sparsi

Oggi è una giornata stupenda, il sole caldo non permette al mio umore di precipitare e scrivere quello che avevo in mente.Il mare riflette la luce nei miei occhi, e, avendo dimenticato gli occhiali da sole a casa, mi viene difficile evitare di strizzarli. Una volta mi hanno detto che sono affascinante, quando strizzo gli occhi, per il sole, e … Continua a leggere

Di nuovo in viaggio

Eccomi di nuovo in viaggio.Ho vinto scioperi, traffico, muratori che mi tenevano lontano dall’aeroporto. Una ragazza, seduta vicino a me, qui a Linate, racconta a qualcuno, tramite telefonino, che a Milano è bello ma fa freddo. Stamattina a Milano vedevo, all’alba dal mio balcone, un insieme continuo di sfumature di colori dal rosso al blu intenso che tanti chiamano sorgere … Continua a leggere

musica

La musica. Non esiste la musica bella o la musica brutta. Esiste quella che ti da emozioni. Se a me emoziona Nino D’angelo, ecco, cosa vuoi?La musica ti fa passare le notti a discutere se i Velvet Underground erano meglio prima o dopo Lou Reed, per capire che in realtà Lou Reed è èsempre lui e i Velvet Underground diventano … Continua a leggere

Buon compleanno

Alzo gli occhi dai libri, e la biblioteca mi propone uno spettacolo surreale. Tre ragazze parlano tra loro,uno dorme, uno di fianco a me addirittura studia, una coppietta tuba parecchio. Ma sai che forse sono due donne? No, non può essere, è che lui è forse un bimbetto di occhi femminei.Lo spettacolo non è poi così surreale…Cerco il sole, prendo … Continua a leggere

La belle vie

E così ho visto gli innamorati, perdonatemi, se ho sempre detto che l’amore esiste per rendere tristi le vite…La belle vie, sans soucis, sans problemes, avec l’amour…Ho visto Amore che faticava a infilarsi in mezzo a quei due che correvano stretti per le viuzze tra Monmartre e l’Opera, per poi correre ancora più stretti, l’uno vicino all’altro, lungo tutto l’Avenue … Continua a leggere

Partir c’est morir un peu-3

Stamattina ho ricevuto un messaggino sul cell, meno uno. Meno Uno. Domani sarà il giorno prestabilito, il D-Day, domani si partirà per Parigi.So che mi aspetti, fremerai mentre io chiacchererò con nuove persone sul treno, sei lì già adesso, anzi sei sempre stata lì, sarà ancora mattina quando arriverò, fredda mattina di un autunno quest’anno poco clemente, chissà se dai … Continua a leggere

Al tavolo verde

Leggendo un mio post di qualche giorno addietro, mi sono accorto di quanto tu fossi dentro quelle parole, di quanto ogni cavolo di battuta portava impressa tutta una storia che iniziava con il tuo nome. E io, quel post, non lo avevo scritto pensando a te, mia…anzia mia niente, non posso più chiamarti in nessun modo che sia personale, un … Continua a leggere

Naviglio Grande

Indossava già il vestito della festa, il Naviglio Grande, quella sera. Le luminarie annuncianti il Natale ormai prossimo, almeno per i commercianti, si stendevano dall’una altra riva del canale e la nebbia, che quella sera rendeva la mia Milano veramente affascinante, impediva di vedere i cavi elettrici che uniscono le lampade, sembrava quasi che le stelle fossero scese fino a … Continua a leggere