Mi scusi signor Leopardi!

Ecco vede signor Leopardi, io non volevo, ma mi è venuto talmente spontaneo, che adesso mi ritengo in dovere di scusarmi..di cosa, mi chiede? come di cosa, lasci che le spieghi, innanzitutto Lei sa che io la ammiro tantissimo e che conosco perfino le “Operette morali”, come dice? Quale preferisco? Senza dubbio quella del venditore di almanacchi e di un … Continua a leggere

Carnevale Ambrosiano.

Sono un concentrato di dolori muscolari. Sapete, esistono le sindromi influenzali prive di febbre, caratterizzate solo da dolori. Oggi comunque sono andato lo stesso in laboratorio, nonostante il freddo, perchè stare in casa mi avrebbe abbattuto. Adesso, sotto le coperte, guardo per l’ennesima volta un film di Sordi, quello del dott. Tersilli, in cui lui è prima medico della mutua, … Continua a leggere

Why don’t you do right

Vivo è ancora il ricordo, amico mio, questa cantante di carta, che adesso canta “Why don’t you do right”, lo rappresenta, insieme all’edonismo sfrenato che mi è proprio e al tuo, temperato, modellato, come molte delle cose che fanno parte di te, quasi fossero studiate a tavolino.Non siamo forse entrambi personaggi? Ma al di là di questo, che in verità … Continua a leggere

La tua mano nella mia.

Nous sommes allongés Sur l’herbe de l’été.Il est tard.On entend chanterDes amoureux et des oiseaux. On entend chuchoterLe vent dans la campagne.On entend chanter la montagne. J’ai ta main dans ma main.Je joue avec tes doigts.J’ai mes yeux dans tes yeuxEt partout, l’on ne voit Que la nuit, belle nuit, que le ciel merveilleux,Tout fleuri, palpitant, tendre et mystérieux. Viens … Continua a leggere

Volevamo svegliarci con la neve? Ecco fatto!

Ieri sera ci siamo addormentati quasi per caso, dopo aver visto Casablanca. Abbiamo dormito qualche ora, di solito non capita, sono notti insonni, notti di bottiglie di vino, notti di musica e notti di parole. Sonno fatto di abbracci, buono come i biscotti appena fatti, il cui odore invadeva la camera, stamattina.Ho aperto la finestra, nevicava bene, c’era tanta neve … Continua a leggere

Neve.

Stamattina il muro si è svegliato leggermente imbiancato. Sono stato invitato ad affacciarmi alla finestra e l’ho visto. Tutto lì, infreddolito, con quel velo bianco.E’ bello se nevica a Milano. Diventa bianca, abbandona la sua mise grigia. Si veste di bianco come un proprietario brasiliano di una piantagione di caffè. Lo immagino mulatto, con duecento schiavi che lavorano in quell’angolo … Continua a leggere

Se è vero o no.

Mi piacciono i fiori, perchè so che non dureranno. Mi piace pensare che quel bel colore, quei petali profumati nel giro di poche ore non saranno null’altro che un qualcosa di scuro e raggrinzito.Mi piacciono le bollicine dello champagne, che durano pochissimo in bocca, quando le poggi sulla lingua e le schiacci contro il palato.Adoro le cose che passano in … Continua a leggere