post-week-end.

Eccomi in condizioni di putrefazione avanzata da week-end lavorativo.
Sempre meglio che passarlo in giro per negozi. Nulla togliere allo shopping, che la parte femminile di me ama fare, ma non sabato e domenica in periodo di saldi clamorosi e non.
Dunque, sono stanco, l’unica cosa che mi andrebbe di fare è vedere papi.
Ma si trova a mille, boh, potrebbero essere anche cinquemila, non cambia nulla, non è una distanza percorribile, considerato che non potrei circolare in queste condizioni.Allora? Vabbè stasera ci accontentiamo del telefono, ma…
Quando tu mi baci…
Si, tralasciando i rapporti con le persone che lavorano con me, sia ieri che oggi sono state giornate proficue. Ci vuole cattiveria, poi ci pensi tu a tranquillizzarmi quando torno, giusto?
Del resto le giornate in cui guadagno di più sono quelle quando litigo con tutti, clienti compresi. Anzi, i miei clienti adorano che io li tratti male.
Mamma mia ho riletto queste righe, dimenticandomi cosa volevo scrivere, ma mi viene in mente altro che sperimentazioni linguistiche!!!
Ecco mi sovviene…
Io lo so perchè sto diventando nervoso…non so se è giusto ma è bello così….

post-week-end.ultima modifica: 2004-02-01T22:05:23+01:00da alexdijesolo
Reposta per primo quest’articolo

14 pensieri su “post-week-end.

  1. l’ho letto.. l’ho letto del tuo nick… avevi iniziato ad accennarmi qualcosa tempo fa ma non credevo c’entrassero a i cavalli. mia nonna aveva sempre ragione come tutti i folli e i fuori di testa. peccato non averla ascoltata quasi mai. un bacino del lunedì… ah dimenticavo, la canzone è dei pearl jam.

Lascia un commento